Andy Murray, l’ultimo ballo a Wimbledon

Andy Murray  non ce la fa più. Il dolore all’anca destra  è troppo forte, l’ultimo obiettivo  della  carriera è salutare il suo pubblico a Wimbledon. Dall’esordio stagionale a Brisbane non erano arrivati segnali positivi, ma nessuno si sarebbe aspettato l’annuncio del ritiro. Decisione che arriva dopo anni di calvario a 32 anni. Nell’ultimo atto delle…

Fabio Quagliarella, bomber d’annata

Non basta solo la fortuna per segnare da nove giornate consecutive a quasi trentasei anni. Raggiunto un certo David Treseguet, ora mancano solo due gare per eguagliare il record in Serie A di Gabriel Omar Batistuta. E Fabio Quagliarella continua a timbrare il cartellino senza intenzione di fermarsi sul più bello. Non sono quasi mai…

Il dramma nel dramma di Fernando Gago

Forse i compagni avevano capito subito che Fernando Gago non fosse semplicemente inciampato. L’attenzione era tutta per gli ultimi concitati atti di una tragedia sportiva che si stava consumando, nell’appuntamento più importante e più caldo di sempre del calcio sudamericano. Nessuno, però, si era fatto ingannare dalla sua camminata stoica fuori dal campo, dopo la…

L’Italia e quella Davis maledetta vinta di fronte a Pinochet

Mi chiamo Marco Capponi, e sono l’autore del blog Salvi in corner (qui il link), in cui racconto la politica con il linguaggio del calcio. Marco Vassallo mi ha invitato a scrivere questo pezzo sul suo blog personale. Molto orgoglioso di questo compito, spero di onorare il mio caro amico e collega. Buona lettura! Nella…

Pepito Rossi, 31 anni di sofferenza e tanta voglia di ripartire

Tanto forte, quanto fragile. Tante vite quanti gli infortuni che gli hanno tarpato le ali. Cinque operazioni al ginocchio,  in un cammino che poteva essere trionfale: quello di Giuseppe Rossi, in arte Pepito, nel calcio bersaglio prediletto della sfortuna, spietata proprio come lui davanti a un portiere. Un attaccante  da 128 gol in carriera, un…

Zverev, Federer e la pallina del destino

Alexander Zverev è il nuovo “Maestro”. L’enfant prodige del tennis mondiale è ancora a digiuno di slam, ma ha concluso l’anno aggiudicandosi le Atp Finals, il trofeo più prestigioso della sua breve ma già luminosa carriera. Un’ardua impresa, con scalpi importanti sulla strada della gloria. Prestazioni solide contro campioni come Djokovic e Federer, condite da…